I due tipi di Amore

blank
Che cos’è la meditazione?
2 Aprile 2020
blank
C.S. Lewis ha diviso l’amore in due tipi: “ l’amore bisogno” e “l’amore dono”. A. Maslow parla di “amore carenza” e “amore essere”.
Il primo è amore immaturo, non è vero amore. E’ usare l’altro come mezzo:sfrutti, manipoli, domini. In questo caso l’altro è succube e il suo vero essere viene distrutto e l’altro fa esattamente la stessa cosa.
Usare un altro essere umano non ha niente a che fare con l’amore, eppure questo è ciò che accade alla maggior parte delle persone, perché la prima lezione d’amore l’impari nella tua infanzia.
Il bambino nasce e dipende dalla madre, ha bisogno della madre, non può sopravvivere senza di lei (Amore-carenza). In realtà non c’è amore; amerebbe qualsiasi donna lo protegga, lo aiuti a sopravvivere, chiunque soddisfi il suo bisogno.
Milioni di persone rimangono infantili per tutta la vita, non crescono mai, la loro psicologia rimane immatura.
L’uomo matura quando inizia ad amare piuttosto che avere bisogno, comincia a donare, a condividere. La differenza è donare sempre di più e incondizionatamente. Tu puoi amare l’altro che l’altro ci sia o no, in questo caso l’amore non è dipendente.
In questo caso l’amore non è una RELAZIONE ma uno STATO D’ESSERE.
Osho, Con te e senza di te
Riflessione: penso che riuscire ad amare in maniera autentica, incondizionata, senza aver bisogno di niente in cambio, sia un’ardua sfida. Ci vuole coraggio, infinito amore per la vita e per se stessi (senza giudizio, aspettativa, retaggi, mente ecc...).
Quello che mi consola e mi da speranza, è la possibilità di vedere un’altra faccia dell’amore rispetto a quella a cui siamo abituati e che ci hanno insegnato. Potersi fare delle domande, interrogarsi su come amiamo chi ci sta intorno e provare a vedere quali sono i nostri bisogni, accorgendosi di quando siamo governati dall’ aspettativa. Un primo passo è sapere di essere nel bisogno dell’altro e poter scegliere se iniziare un percorso interiore in cui soddisfare quel bisogno, colmare quelle mancanze interiori accumulate nel tempo e sperimentare anche solo per attimi quell’ amore puro che va oltre tutto.